ven 08 nov | Stazione Rogers

AEC HACKATHON

AEC HACKATHON - PORTO VECCHIO 8, 9 e 10/11/2019 L'Ordine degli Architetti PPC con il sostegno del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, promuove l’evento AEC Hackathon @ Porto Vecchio sul tema dell'adozione dei processi digitali innovativi nel settore dell'Architettura
torna a

Orario & Sede

08 nov 2019, 09:00 – 10 nov 2019, 20:00
Stazione Rogers, Riva Grumula 14, 34123 Trieste TS, Italia

L'evento

AEC Hackathon@ Porto Vecchio

Con l’intento di favorire i flussi innovativi del progetto e favorire la creazione di reti professionali, l’Ordine degli Architetti diTrieste, costituito per oltre il 20% da giovani Under 35, sostenuta del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e

Conservatori, organizza AEC Hackathon@ PortoVecchio.

PREMESSA

L'iniziativa è promossa dall'Ordine degli Architetti di Trieste, referenti sono l'Architetto Lorenzo Verbanaz, professionista esperto in progettazione con metodologia BIM, l'Architetto Barbara Chiarelli, PhD student in accessibilità e user experience design, l'Architetto Elisa Cacciaguerra, PhD student in Building Information Modeling nelle Pubbliche Amministrazioni e l'Architetto Fabio Santarossa, docente e professionista in modellazione complessa e stampa 3d, coordinati da Thomas Bisiani Presidente dell'Ordine e docente di tecniche di rilievo avanzato e modellazione plastica presso l'Università di Trieste. L’iniziativa si inserisce tra le attività istituzionali dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Trieste ed è sostenuta del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

ed è sostenuta dal Comune di Trieste, dal Dipartimento di Ingegneria e Architettura

dell’Università di Trieste, da Area Science Park, da Insiel e da Esof.

2. TEMPI E LUOGHI

L’evento si terrà nella Stazione Rogers, centro polivalente di aggregazione e divulgazione culturale. Realizzata nel 1953 dallo Studio Belgiojoso Peresutti e Rogers come stazione di servizio, a seguito di un lungo periodo d’abbandono, la Stazione Rogers viene ristrutturata seguito di un concorso di idee indetto dal Comune di Trieste, che ne è il proprietario, diventando “rifornimento di cultura”.

L’evento si svolgerà dall'8 al 10 novembre 2019 con il seguente calendario:

•8-9 novembre: Hackathon + interventi

•10 novembre, mattina: Fine lavori, presentazione risultati e saluti

3. DESTINATARI

L'hackathon è aperto ad un massimo di 12 partecipanti.

Possono partecipare alla selezione giovani architetti Under 35 iscritti agli Ordini di tutta Italia che abbiano avuto esperienze progettuali BIM negli ultimi 24 mesi.

Potranno essere affiancati ai partecipanti gli studenti di Architettura dell'ultimo anno del Corso di Laurea magistrale dell'Università di Trieste.

Suddivisi in team multidisciplinari i partecipanti avranno a disposizione set di dati e strumenti utili allo sviluppo di idee e proposte per l’adozione di metodologie BIM declinate negli specifici ambiti tematici.

I lavori dei team, monitorati dai tutor, saranno intervallati da talk di esperti (BIM managers, progettisti, amministratori).

4. AMMISSIONE E REGOLE DI PARTECIPAZIONE

I criteri di valutazione per l’ammissione all’evento sono basati su:

• Curriculum vitae et studiorum contenente:

Conoscenza software BIM

Pertinenza delle esperienze legate alle tematiche BIM

• Voto di laurea

• Età anagrafica

Le domande di ammissione dovranno essere inviate all’indirizzo architetti@trieste.awn.it con oggetto Hackathon@Portovecchio, entro le ore 12.00 del 4 novembre 2019. Il giorno 5 novembre sarà comunicato l’esito ai diretti interessati con le modalità di iscrizione.

Rimborso:

È previsto un rimborso per i primi 12 partecipanti in graduatoria.

L’organizzazione mettere a disposizione un montepremi complessivo di 4.200 €, in termini di rimborso spese, che verrà diviso tra i 12 partecipanti selezionati sulla base valutazione della giuria.

CFP:

Sono previsti crediti professionali ai sensi del “Regolamento per l’aggiornamento e sviluppo professionale continuo in attuazione dell’art.7 del D.P.R. n. 137/2012”, ed in conformità alle “Linee guida e di coordinamento attuative del Regolamento” approvate dal CNAPPC.

5. PROPRIETÀ INTELLETTUALE DEI RISULTATI

Con la partecipazione ad Hackathon Trieste e l’accettazione del presente Regolamento ciascun partecipante è consapevole che tutti i diritti sui risultati sviluppati ed ottenuti nel corso del contest sono di proprietà del Team che vi ha lavorato durante Hackathon, in egual misura rispetto al numero di membri del Team.

I partecipanti ad Hackathon Trieste autorizzano gli Organizzatori ad utilizzare, riprodurre, rappresentare e diffondere, in qualsiasi ambito e sotto qualsiasi forma, senza scopo di lucro, a titolo gratuito ed a tempo indeterminato quanto prodotto nelle giornate di lavoro.

Resta inteso che la suddetta liberatoria d’uso dell’idea imprenditoriale e/o dei documenti presentati ai fini della partecipazione viene concessa dai partecipanti a titolo gratuito, senza alcuna limitazione di carattere territoriale o frequenza d’uso, per intero o in parte, singolarmente o unitamente ad altro materiale.

Ciascun partecipante inoltre autorizza l’Organizzazione ad utilizzare il proprio nome, le foto e i video realizzati durante l’evento per scopi promozionali e di divulgazione, senza ulteriore compenso e senza che sia necessario un nuovo consenso.

6. GIURIA

I lavori finali saranno valutati da una giuria della nuova fiera delle costruzioni composta da progettisti, professionisti delle costruzioni ed esperti di ricerca e sviluppo.

7. VALUTAZIONE

La giuria valuterà i lavori presentati da ciascun Team a loro esclusivo ed insindacabile giudizio, sulla base di una serie di criteri individuati dagli stessi componenti.

8. ESITI

Nella giornata del 10 novembre i partecipanti saranno tenuti ad esporre i lavori svolti mediante una presentazione per ognuno dei team di lavoro affinché i membri della giuria possano poi valutarne i contenuti.

9. TEMI E DOTAZIONI

Ai partecipanti sarà richiesto di sviluppare uno dei temi proposti e per raggiungere tale risultato, saranno divisi in gruppi. Ogni gruppo dovrà essere dotato degli strumenti software e hardware per sviluppare quanto richiesto mediante l’uso di metodologia BIM.

I partecipanti potranno utilizzare qualsiasi tipo di software per raggiungere l’obiettivo stabilito.

I temi da sviluppare riguarderanno:

•Metodologie di modellazione

da nuvola di punti;

•Sviluppo di soluzioni alternative

di distribuzione spaziale.

I partecipanti saranno tenuti a sviluppare un solo tema e a presentare la metodologia utilizzata e le scelte di processo nella giornata conclusiva.

10. CANCELLAZIONE DELL’EVENTO

In caso di cancellazione dell’evento per qualsiasi motivo, l’Organizzazione ne darà tempestiva comunicazione al Partecipante. Il Partecipante rinuncia sin da ora a far valere qualsiasi diritto al risarcimento dei danni - compresi costi ed eventuali spese di viaggio ed alloggio, ecc. – connessi con la cancellazione dell’evento, a prescindere dalle cause o dai motivi che l’hanno determinata.

11. PRIVACY

In conformità alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003 e fatto salvo quanto indicato all’art. 7 e all’art. 11, il trattamento dei dati personali sarà improntato a principi di correttezza, leicità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dei partecipanti all’Hackathon. I dati personali raccolti tramite la registrazione dell’Hackathon saranno oggetto di trattamento al fine di consentire l’espletamento dell’Hackathon ed, in particolare, per l’invio delle comunicazioni relative all’Hackathon e l’esecuzione delle operazioni ivi connesse, nonché per adempiere agli obblighi previsti dalla legge.

Il trattamento dei dati personali potrà avvenire mediante l’utilizzo di strumenti manuali, informatici, telematici e/o automatizzati di comunicazione, con logiche strettamente collegate alle finalità predette e comunque sempre nel pieno rispetto delle prescrizioni di riservatezza e di sicurezza dei dati stessi. L’organizzazione è titolare del trattamento dei dati personali. Fatto salvo quanto sopra indicato e quanto indicato all’art. 7 e all’art. 11 è esclusa qualsiasi forma di comunicazione o diffusione dei dati personali a terzi che non sia prevista come obbligo della legge.

ULTERIORI INFORMAZIONI:

Eventuali richieste di chiarimento possono essere indirizzate all’indirizzo architetti@trieste.awn.it con oggetto Hackathon@Portovecchio